Come si paga

 
L'imposta è dovuta per anni solari proporzionalmente alla quota ed ai mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso; a tal fine il mese durante il quale il possesso si è protratto per almeno quindici giorni è computato per intero. A ciascuno degli anni solari corrisponde un'autonoma obbligazione tributaria

Il versamento è effettuato tramite modello F24 con i codici indicati a seguire.

L'imposta è versata in via autonoma da ciascun soggetto passivo. I versamenti effettuati da un contitolare anche per conto degli altri si considerano regolarmente effettuati purché l'imposta relativa all'immobile in questione sia stata totalmente assolta per l'anno di riferimento e sia individuato l'immobile cui i versamenti si riferiscono

L'imposta da pagare è arrotondata all'euro, per difetto se la frazione è pari o inferiore a € 0,49 e per eccesso se pari o superiore a € 0,50.
Per il Comune di Andora non si procede al versamento qualora l'imposta totale dovuta sia  inferiore a € 16,53.

_____________________________________________________________________________________________________________________________

Modello F24 semplificato

istruzioni

Cosa  e come si versa allo Stato per il 2013
 
Allo Stato va versato il gettito derivante dagli immobili classificati nel gruppo catastale D

l’art. 1, comma 380 della legge 208 del 24.12.2012 che stabilisce “ Al fine di assicurare la spettanza ai Comuni del gettito dell'imposta municipale propria, di cui all'articolo 13 del decreto-legge 6 dicembre 2011, n. 201, convertito, con modificazioni, dalla legge 22 dicembre 2011, n. 214, per gli anni 2013 e 2014:

a) è soppressa la riserva allo Stato di una quota dell'imposta dovuta su tutti gli immobili ad eccezione dell'abitazione principale e delle relative pertinenze e dei fabbricati rurali ad uso strumentale, di cui al comma 11 del citato articolo 13 del decreto-legge n. 201 del 2011;

…. omissis

f)  è riservato allo Stato il gettito dell'imposta municipale propria di cui all'articolo 13 del citato decreto-legge n. 201 del 2011, derivante dagli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, calcolato ad aliquota standard dello 0,76 per cento, prevista dal comma 6, primo periodo, del citato articolo 13;

g)  i comuni possono aumentare sino a 0,3 punti percentuali l'aliquota standard dello 0,76 per cento, prevista dal comma 6, primo periodo del citato articolo 13 del decreto-legge n. 201 del 2011 per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D

 

Per consentire il versamento dell’IMU per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D, sono stati istituiti con circolare n. 33 del 21/05/2013 i seguenti codici tributo:

tramite modello F24

• “3925” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO”

• “3930” denominato “IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE”

 

Si precisa che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta dovuta.

 
 
 
Come si calcolava e si versava la quota dello Stato per il 2012

 

L'IMU era una imposta solo in parte comunale, infatti una quota si doveva pagare allo Stato.

Nessuna  quota statale si pagava per l'abitazione principale e per le sue pertinenze

Per tutti gli altri fabbricati la quota dello 0,38 per mille (COMPRESA NELL'ALIQUOTA BASE E NELL'ALIQUOTA DELIBERATA DAL COMUNE) doveva essere versata allo Stato

Il versamento avveniva attraverso codici diversi dell'F24

3915    IMU -  TERRENI  - STATO
3917    IMU -  AREE FABBRICABILI - STATO
3919    IMU -  ALTRI FABBRICATI - STATO

 

Come si versa per l'anno 2013

Il Consiglio dei Ministri ha approvato, con il Decreto Legge D.L. 35/2013,  la sospensione del versamento della rata di Giugno per le abitazioni principali (escluse le abitazioni di pregio Cat. A1, A8 e A9), IACP, terreni agricoli e fabbricati rurali, in attesa di una revisione della norma entro Agosto. In mancanza di tale riforma si dovrà pagare a settembre (circolare del MEF n. 2/DF). Resta confermato, invece, il pagamento del 17 giugno per tutti gli altri immobili
 
 
Acconto 17 giugno 2013
Saldo 16 dicembre 2013

 
Se si sceglie di versare l'intero importo annuale in unica soluzione, il pagamento va effettuato entro la scadenza dell'acconto (17 giugno 2013).
 
 
 

Pagamento con F24: quali sono i codici?

Il codice catastale del Comune di Andora è A278

3912  IMU -  ABITAZIONE PRINCIAPLE E PERTINENZE -  COMUNE
3913  IMU -  FABBRICATI RURALI AD USO STRUMENTALE - COMUNE
3914  IMU -  TERRENI - COMUNE
3916  IMU -  AREE FABBRICABILI - COMUNE
3918  IMU -  ALTRI FABBRICATI - COMUNE
3923  IMU -  INTERESSI DA  ACCERTAMENTO - COMUNE
3924  IMU -  SANZIONI DA  ACCERTAMENTO - COMUNE

 Per modello F24:
3925 IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – STATO

3930 IMU – imposta municipale propria per gli immobili ad uso produttivo classificati nel gruppo catastale D – INCREMENTO COMUNE

 

Si precisa che in caso di ravvedimento le sanzioni e gli interessi sono versati unitamente all’imposta dovuta.

 

Software On Line per il calcolo e la compilazione del Modello F24  disponibili su internet all'indirizzo :
www.ris cotel.it/calcimu/comuni/calcimu.html?comune=A278

ovvero mediante il banner in home page


 

Come si paga in ritardo?

 
 
Chi non ha provveduto a versare l'IMU 2012 entro le scadenze prestabilite del 18 giugno  e del 17 dicembre 2012 può rimediare, entro un anno, applicando una piccola sanzione e l'interesse per il ritardato pagamento.
 
Le sanzioni variano a seconda della data in cui l'omissione viene sanata:
  • entro i 14 giorni successivi alla scadenza del termine del versamento, la sanzione è pari allo 0,2 per cento dell'importo dovuto, per ogni giorno di ritardo;
  • da 15 a 30 giorni successivi alla scadenza del termine del versamento, la sanzione è pari al 3 per cento dell'importo dovuto;
  • oltre i 30 giorni successivi alla scadenza del termine del versamento, la sanzione è pari al 3,75 per cento dell'importo dovuto.
Gi interessi si applicano in tutti i casi, con tasso annuale pari al 2,50 per cento dell'importo dovuto, per ogni giorno di ritardo.
Consulta la homepage: cliccando su Calcolo IMU, potrai effettuare il calcolo con la sanzione e gli interessi ed eventualmente stampare il modello F24.
 
________________________________
 
 
 
________________________________

I valori delle aree fabbricabili nel 2012

Pagina aggiornata il: 30.10.2013