Assegno di maternità

j0430468.jpg

A CHI E' RIVOLTO

Contributo economico per le donne che non beneficiano del trattamento previdenziale di maternità, o che ricevono forme di tutela parziali, inferiori all'importo del contributo e il cui nucleo familiare risulti in possesso di risorse economiche non superiori ad un determinato valore ISEE (indicatore Situazione Economica Equivalente) rideterminato annualmente.
L'assegno di maternità non costituisce reddito ai fini fiscali e previdenziali e può essere cumulato con l'assegno per il nucleo familiare e con altre previdenze erogate da INPS ed enti locali.

REQUISITI

• cittadinanza italiana, comunitaria ovvero in possesso di carta di soggiorno ai sensi dell'art.9 del D. Lgs n.268/98
• residenza italiana o comunitaria

DOCUMENTI DA PRESENTARE

Per usufruire del servizio occorre presentare il modulo di domanda, debitamente firmato e compilato da uno dei genitori e consegnato all'ufficio Servizi Sociali del Comune.
La domanda deve essere presentata entro 6 mesi dalla data di nascita o, in caso di adozione, entro 6 mesi dalla data di entrata in famiglia. Il modulo può essere ritirato presso l'ufficio stesso o scaricato QUI in formato pdf.
Inoltre, si deve consegnare anche il modulo ISEE (indicatore Situazione Economica Equivalente).
Per la compilazione del modulo ISEE ci si deve rivolgere ai centri CAAF presenti sul territorio con la seguente documentazione:

• fotocopia codice fiscale di tutti i componenti la famiglia anagrafica;
• ultima dichiarazione dei redditi (CUD - 730 - UNICO)
• fotocopia documento di identità
• situazione patrimoniale dell'anno precedente
• rendite catastali per categorie
• quota capitale per chi è intestatario di un mutuo (quietanza della banca)

Se la madre è extracomunitaria dovrà anche presentare:
• fotocopia della carta di soggiorno per sé e per il figlio/figlia
• ovvero, fotocopia della ricevuta di avvenuta richiesta presso la Questura competente del rilascio della carta di soggiorno

IMPORTO DEL CONTRIBUTO

Per l'anno 2011: € 316,25 per un massimo di cinque mensilità

NORMATIVA

Decreto legge n. 306 del 15.07.1999

 

Per informazioni:

 

Assistente Sociale

Pagina aggiornata il: None